LA RELAZIONE DELL’UFFICIO DEL MASSIMARIO PRESSO LA CORTE DI CASSAZIONE. (Post III)

 

Come si era detto nel precedente post ad Agosto A? entrato in vigore il Dlgs 121/2011 che recepisce la direttiva europea in tema di tutela penale dell’ambiente di cui si A? parlato nel Post I.

La piA? dettagliata analisi tecnica e critica della nuova normativa entrata in vigore ad agosto si ritrova nella relazione dell’Ufficio del Massimario presso la Corte Suprema di Cassazione. Il documento puA? quindi essere considerato come una prima valutazione della magistratura dopo l’entrata in vigore del decreto.

Un primo appunto rivolto al provvedimento riguarda la questione temporale; un ritardo nel recepimento della direttiva europea che potrebbe comportare, se non l’incostituzionalitAРїС—Р… del decreto, la possibilitAРїС—Р… di un ricorso per inadempimento da parte della Commissione Europea la quale giAРїС—Р… a Gennaio 2011 contestava all’Italia il mancato recepimento della Direttiva entro i termini stabiliti.

Il secondo appunto riguarda invece la scelta del Governo di limitare l’intervento all’inserimento delle sole fattispecie strettamente necessarie al recepimento delle direttive rinviando ad un successivo intervento normativo il riordino del sistema dei reati ambientali. Tale progetto era in realtAРїС—Р… nella mente del secondo governo Prodi che aveva previsto l’inserimento nel codice penale di un Titolo VI bis nel libro secondo dedicato ai delitti contro l’ambiente. La capitolazione anticipata della legislatura non consentAРїС—Р… il raggiungimento dell’obbiettivo e il problema A? rimasto sul tavolo dell’esecutivo che ha deciso di rinviarlo ritenendo attualmente sussistenti nell’ordinamento italiano tutte le condizioni per il soddisfacimento delle condizioni minime richieste dalle norme comunitarie.

vuoi saperne di piA??

Questa voce è stata pubblicata in L'ambiente del Diritto, Tutela dell'Ambiente. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *