Nuove MunicipalitA�. Post II a�� La��avanzata dello Stato e la Nazione

Il passaggio dal sistema cittadino/comunale precedente la Pace di Westfalia (1648) al sistema degli Stati europei comporta una migrazione delle identitA� dal territorio (il proprietario terriero o il sovrano come garante della��ordine politico, la chiesa locale come simbolo della��ordine spirituale) alla��Europa intesa come Terra. Il resto del pianeta A? pensato di questi tempi come luogo di conquista: una��Europa oltre confine, da trattare cosA� come prima della pace venivano trattati i territori interni, ovvero come feudi. Alla��equilibrio tra Stati si accompagna dunque una necessaria espansione mondiale alla ricerca di risorse (umane e materiali) e un avanzamento del sapere tecnico e scientifico atto a facilitarne il processo. Letta cosA� la nascita della democrazia europea non puA? che essere intrecciata alla nascita della prima mondializzazione/globalizzazione (sotto la��egida dell’Europa e del mercato) e della scienza moderna (copernicana). Naturalmente anche la guerra cambiA? luoghi, cosA� come per altri versi era capitato alle identitA�, spostandosi dal territorio europeo a quello planetario. La��identitA� comune della��Europa non era (e non A?) ancora nata se non dal punto di vista politico (oggi anche economico). La guerra tra Stati perA? non si fermA?: dalla��Africa alla��Asia alle Americhe, gli stati europei non cessarono di combattere per la��egemonia. La nascita della Nazione da questa prospettiva assomiglia alla ricerca di una��identitA� forte che tenga unito il popolo alla��interno del magma mondiale e giustifichi gli interventi diplomatici, politici e territoriali a livello, guarda un poa��, inter-nazionale. Alla formazione di una identitA� mondiale planetaria si accompagna allora da subito la dialettica globale/locale e insieme la domanda: come far dialogare e come far deliberare gli stati al loro interno e tra di loro?

Per maggiorni informazioni sull’ incontro a�?DALLE ZONE ALLE MUNICIPALITA?. Verso la conferenza cittadina sul decentramento: le forme della partecipazione come motore per costruire le nuove municipalitA�a�? vedi qui.

 

Questa voce è stata pubblicata in Sognare la Terra - Cultura KM Zero e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *