Nuove Municipalità. Post II – L’avanzata dello Stato e la Nazione

Il passaggio dal sistema cittadino/comunale precedente la Pace di Westfalia (1648) al sistema degli Stati europei comporta una migrazione delle identità dal territorio (il proprietario terriero o il sovrano come garante dell’ordine politico, la chiesa locale come simbolo dell’ordine spirituale) all’Europa intesa come Terra. Il resto del pianeta è pensato di questi tempi come luogo di conquista: un’Europa oltre confine, da trattare così come prima della pace venivano trattati i territori interni, ovvero come feudi. All’equilibrio tra Stati si accompagna dunque una necessaria espansione mondiale alla ricerca di risorse (umane e materiali) e un avanzamento del sapere tecnico e scientifico atto a facilitarne il processo. Letta così la nascita della democrazia europea non può che essere intrecciata alla nascita della prima mondializzazione/globalizzazione (sotto l’egida dell’Europa e del mercato) e della scienza moderna (copernicana). Naturalmente anche la guerra cambiò luoghi, così come per altri versi era capitato alle identità, spostandosi dal territorio europeo a quello planetario. L’identità comune dell’Europa non era (e non è) ancora nata se non dal punto di vista politico (oggi anche economico). La guerra tra Stati però non si fermò: dall’Africa all’Asia alle Americhe, gli stati europei non cessarono di combattere per l’egemonia. La nascita della Nazione da questa prospettiva assomiglia alla ricerca di un’identità forte che tenga unito il popolo all’interno del magma mondiale e giustifichi gli interventi diplomatici, politici e territoriali a livello, guarda un po’, inter-nazionale. Alla formazione di una identità mondiale planetaria si accompagna allora da subito la dialettica globale/locale e insieme la domanda: come far dialogare e come far deliberare gli stati al loro interno e tra di loro?

Per maggiorni informazioni sull’ incontro “DALLE ZONE ALLE MUNICIPALITÁ. Verso la conferenza cittadina sul decentramento: le forme della partecipazione come motore per costruire le nuove municipalità” vedi qui.

 

Questa voce è stata pubblicata in Sognare la Terra - Cultura KM Zero e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>