Cascina Linterno diventa “Agorà” per la notte delle Perseidi 2015

Grande serata ieri 12 agosto, nell’ormai consueto incontro della notte delle Perseidi, quest’anno spostato nel prato del falò del Parco dell Cave, per via del recente restauro della cascina Linterno da parte del Comune e del Politecnico di Milano.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Amici Cascina Linterno in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Multiverso, ha visto trasformato per qualche ora l’area del prato prescelto in una piccola “agorà”, in occasione della settima edizione di “In cascina con il naso all’insù”, quarta dedicata all’affascinante fenomeno delle stelle cadenti dello sciame di agosto. Infatti quest’anno l’astrofisico Igor Proverbio ha rievocato la figura della grande scienziata e filosofa ellenistica Ipazia di Alessandia a 1600 anni dalla scomparsa, in un accattivante parallelo tra i grandi centri culturali dell’antichità, aperti (nel periodo ellenistico) a tutta la polis senza preclusione, e le cascine della città di Milano nel ruolo sempre più importante di centri di agri-cultura, di confronto di idee e di stimolo ad un’identità collettiva, di aggregazione, di accoglienza, di collegamento diretto tra memoria e futuro. Come rimarcato anche da Gianni Bianchi, sicuramente un ottimo segnale in tal senso è il successo della cinquantina di iniziative organizzate solo quest’anno dall’associazione Amici Cascina Linterno.

La seconda parte della serata è stata dedicata alle Perseidi e all’illustrazione del cielo estivo attraverso la suggestione della narrazione, dei suoni e di incredibili immagini astronomiche, in una rassegna di oggetti celesti che sono stati al centro della cronaca proprio quest’anno, come Plutone vista dalla sonda New Horizons o gli esopianeti simili alla Terra scoperti dalla Kepler, tutti oggetti fortuitamente presenti proprio nei cieli notturni di questi giorni.

Il pubblico che ha affollato il prato del falò in una fitta distesa di plaid e sdraio che ha resistito fino oltre la mezzanotte, conferma sicuramente il crescente interesse per l’inusitato connubio tra astronomia e il mondo rurale. Il cielo della serata è stato clemente nonostante una lieve foschia che riverbera ancora troppo le luci della città, e ha tuttavia concesso di tanto in tanto urla di gioiosa esultanza collettiva all’avvistamento di qualche Perseide.

Pubblichiamo su richiesta del pubblico a seguire la tavola dei tempi di esposizione per immortalare le stelle cadenti in condizioni di buona visibilità (magnitudini limite tra 5 e 6,5)

Cieli sereni a tutti!

Questa voce è stata pubblicata in Fantafisica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>